PROSEGUE L’INIZIATIVA “ADOTTA UN PEPERONCINO…”. AL CENTRO RICREATIVO DI CHIESA NUOVA TUTTI I BAMBINI POSSONO RITIRARE GRATUITAMENTE LA PROPRIA PIANTINA DA PORTARE POI IN FIERA

I bambini hanno sempre vissuto la Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino da spettatori, quest’anno invece si divertiranno ad esserne protagonisti, grazie all’iniziativa “Adotta un peperoncino e mettilo in mostra” che ha preso il via durante l’anno scolastico all’Istituto Minervini Sisti e che prosegue, per tutti i bambini, negli spazi del centro ricreativo “Simone Franceschini” di Chiesa Nuova.

Gratuitamente ogni bambino può ritirare la propria piantina di peperoncino, da portare a casa e trapiantare poi in un vaso personalizzato (preferibile prenotarsi al numero di telefono 366-6810458).

Nei giorni di Rieti Cuore Piccante, dal 29 agosto al 2 settembre, mostreranno in pubblico il risultato delle loro cure e saranno premiati i migliori spazi creativi e le migliori piante.

Questa mattina al centro ricreativo di Chiesa Nuova i bambini del centro estivo hanno seguito i consigli di Tata Mary e del suo staff. Intervenuto anche Massimo Tamburini, ideatore del progetto e Alessandra Padronetti titolare della Simar, che ha fornito l’occorrente. «Date alle piantine cure e attenzioni – hanno detto gli esperti – Fondamentale è che stiano al sole almeno sei ore al giorno, con un terriccio sempre umido, ma non bagnato».

Molto attenti i bambini che hanno preso parte all’incontro.

Chiara, 3ª A Minervini ha già la sua piantina che sta crescendo bene. «Sono andata in vacanza in Liguria – spiega – Al ritorno l’ho trovata un po’ appassita, ma con le cure si è subito ripresa e ora mostra tanti peperoncini. La porterò alla Fiera, dove vado ogni anno per acquistare sempre tre piantine, una per me, una per la mia mamma e una per mio zio».

Sofia frequenta la 4ª B della Minervini e adora prendersi cura della sua piantina di peperoncino. «Papà mi aiuta molto e non vedo l’ora di andare alla Fiera per far vedere a tutti come è diventata. Porterò anche i disegni e il cartellone realizzato in classe» aggiunge soddisfatta.

Anche Martina, Beatrice e Lavinia, della 3ª D sono tra le più esperte del gruppo, avendo già avuto in classe tutte le informazioni utili per la cura delle piantine. «I nostri peperoncini crescono, ci piace sapere che stanno bene e speriamo arrivi presto il giorno di portarli alla fiera, davanti a tanta gente».

Matilde della 4ª C non vede l’ora di mostrare al mondo anche i disegni e le poesie, frutto del lavoro fatto in classe.